Il Commissario per i diritti umani, rappresenta l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, costituisce una istituzione indipendente e imparziale del Consiglio d’Europa. Ha per scopo quello di promuovere il rispetto dei diritti umani, nell’ambito dei quarantasette Stati membri dell’Organizzazione. Rammenta l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri che, a far data dal 1  aprile 2018, il commissario è Dunja Mijatović (succeduta a Nils Muižnieks).

Il Commissario viene eletto dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa. Ha mandato per predisporre un permanente dialogo con le autorità degli Stati membri, aumentando la sensibilizzazione in materia di diritti umani e promuovendo lo sviluppo di strutture nazionali per i diritti umani. Per poter valutare al meglio la situazione dei diritti umani, il Commissario realizza visite nei vari paesi del Consiglio d’Europa. Può predisporre rapporti e rivolgere opinioni e raccomandazioni ai governi degli Stati membri.

Nella sua attività, il Commissario collabora con vari partner, tra cui l’Unione europea, le Nazioni Unite e le sue agenzie, organizzazioni non-governative, università.

Specifica l’Avvocato Iacopo Maria  Pitorri che questa importante figura, nel promuovere il rispetto dei diritti umani, assiste gli Stati membri nelle messa in pratica degli standard del Consiglio d’Europa; incentiva la presa di coscienza dei diritti umani negli Stato membri; identifica le lacune nella legislazione e nella pratica in materia di diritti umani; facilita le attività delle strutture nazionali per i diritti umani; fornisce consigli e informazioni riguardo alla protezione dei diritti umani in Europa.

Per agevolare l’opera del Commissario, gli Stati membri sono tenuti a semplificare il suo lavoro, specie nel corso delle visite nei Paesi, fornendogli, in tempi brevi, le informazioni richieste dal Commissario. Durante le visite, incontra le più alte autorità del governo, del parlamento e del sistema giudiziario. Altri incontri sono organizzati con le strutture nazionali per la protezione e promozione dei diritti umani e con i rappresentanti della società civile. Discute anche con altre persone e visita luoghi d’interesse per I diritti umani, quali prigioni, ospedali psichiatrici, centri per richiedenti asilo, scuole, orfanotrofi.

Il Commissario agisce sempre in maniera indipendente e imparziale, non si occupa di casi individuali.

Ricorda l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri che all’ articolo 36 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo, e delle libertà fondamentali, è prevista la possibilità per il Commissario d’intervenire presso la Corte europea dei diritti dell’uomo.

Il Commissario è eletto dall’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa, sulla base di una lista di tre candidati presentata dai governi degli Stati membri,con un mandato di sei anni, non rinnovabile. In genere, chi può assumere tale ruolo è una personalità eminente, che ha dato prova di alti valori etici e esperienza nei diritti umani, oltre che una chiara adesione ai valori del Consiglio d’Europa.

Durante il mandato, infine, sottolinea l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, il Commissario non può partecipare ad attività incompatibili con la sua funzione a tempo pieno.

                                                                                                                                             

                                                                                                                                               Avvocato Iacopo Maria Pitorri