Vigilanza sui Diritti Umani, spiega l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, è una organizzazione non governativa, fondata nel 1978, dedita alla protezione dei diritti umani della gente nel mondo. Effettua investigazioni e denuncia le violazioni dei diritti umani. Esige, altresì, che i governi e le persone che detengono il potere pongano fine alle pratiche abusive e rispettino le leggi internazionali sui diritti umani.

Human Rights Watch, chiarisce l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, indaga in ogni parte del mondo, coinvolgendo circa quattrocentocinquanta persone,  di oltre settanta nazionalità, tra  esperti di paesi, avvocati, giornalisti e altri che lavorano per proteggere maggiormente i rischi, dalle minoranze vulnerabili e dai civili in tempo di guerra, ai rifugiati e ai bambini bisognosi.

L’obiettivo che si pone questa importante organizzazione è quella di spingere governi, gruppi armati e imprese, a cambiare o far rispettare le loro disposizioni, politiche e pratiche. A tal fine, collabora con organizzazioni grandi e piccole, in tutto il mondo, per proteggere gli attivisti coinvolti nella lotta.

Specifica l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri che, al fine di garantire la propria indipendenza, Human Rights Watch rifiuta qualsivoglia finanziamento governativo, oltre a legami aziendali.

I ricercatori dell’organizzazione operano sul campo in cento paesi, scoprendo fatti correlati alle violazioni dei diritti umani. Espongono, pertanto, le storie relative a ciò che individuano, condividendole con milioni di social media e follower online, ogni giorno. I media, attraverso la divulgazione di notizie, sovente riportano le indagini svolte da questo importante organismo, aumentandone la portata.

I membri di Human Rights Watch, rappresenta l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, si incontrano spesso con governi, Nazioni Unite, gruppi ribelli, corporazioni: il tutto al fine di cambiare, in meglio, applicando la giustizia. L’organizzazione lavora costantemente su alcune delle più grandi crisi del mondo. Basti pensare, ricorda l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, che Human Rights Watch ha indagato sui massacri e persino sui genocidi. Allo stesso tempo, ha ampliato la propria attività, per affrontare gli abusi contro coloro che potrebbero subire discriminazioni, tra cui donne, persone LGBT e persone con disabilità. Quando le famiglie vittime di crimini di guerra non hanno trovato giustizia nel proprio Paese, ha contribuito a difendere la giustizia internazionale e le corti internazionali. Ad oggi, addirittura, l’organizzazione utilizza immagini satellitari per monitorare la distruzione di villaggi o isolati, oltre alla deportazione degli immigrati. Tutto ciò viene svolto, sottolinea l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, per concretizzare l’impegno che l’organizzazione ha per la giustizia, la dignità, la compassione e l’uguaglianza.

Ulteriormente, Human Rights Watch ha ampliato e rafforzato il suo lavoro sui diritti di donne, bambini, rifugiati e lavoratori migranti, portando una prospettiva sui diritti umani su temi quali violenza domestica, tratta, stupro come crimine di guerra e bambini soldato. L’organizzazione ha trovato nuovi modi per indagare sulle violazioni dei diritti in società chiuse come l’Arabia Saudita e la Corea del Nord. Ha aiutato a mettere in luce argomenti precedentemente ignorati, come i diritti di gay e lesbiche. Ha esaminato il commercio internazionale di armi e il ruolo delle imprese nei diritti umani, producendo studi pionieristici, ad esempio, sulle violazioni dei diritti nei settori del petrolio, dell’oro e delle carni.

Nel 1997, Human Rights Watch ha partecipato al Nobel per la pace come membro fondatore della Campagna internazionale per la messa al bando delle mine antiuomo.

Con il XXI secolo, per Human Rights Watch sono emerse nuove sfide. Gli attacchi dell’11 settembre 2001, e le loro conseguenze, hanno evidenziato la necessità di nuove forme di pressione sui gruppi terroristici e sui loro sostenitori e un attento monitoraggio delle leggi, delle politiche e delle pratiche antiterrorismo che violano i diritti umani fondamentali. Il grave problema del virus HIV / AIDS ha portato alla creazione di un programma di Human Rights Watch dedicato ai diritti umani e alla salute.

Human Rights Watch applica sempre più la propria metodologia di ricerca ai diritti economici, sociali e culturali, in particolare nei settori dell’educazione e dell’edilizia abitativa. Human Rights Watch ha anche iniziato a utilizzare la ricerca statistica, la fotografia satellitare e l’analisi dei dati sulle bombe, tra le altre nuove metodologie. Combinando la sua tradizionale ricerca, all’atto pratico, con le nuove tecnologie e il sostegno innovativo, Human Rights Watch è all’avanguardia nel promuovere il rispetto dei diritti umani delle persone in tutto il mondo.

Human Rights Watch é un’organizzazione internazionale indipendente, che opera nell’ambito di un movimento vibrante per difendere la dignità umana e promuovere la causa dei diritti umani per tutti. Il lavoro di chi ne fa parte, specifica l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, è, invero, guidato dai diritti umani internazionali e dal diritto umanitario e dal rispetto della dignità di ogni essere umano.

I ricercatori dell’organizzazione lavorano su una metodologia consolidata, estremamente comprovata, basata sulla raccolta di informazioni, sulla pubblicizzazione di dati da una vasta gamma di fonti e sulla ricerca pratica. Alcuni dei ricercatori sono permanentemente sul campo, all’interno o vicino alle posizioni su cui si concentrano, in luoghi diversi, come Bujumbura, Il Cairo, Bangkok. Altri lavorano dagli uffici principali a New York, Berlino, Bruxelles, Londra, Johannesburg, Mosca o Washington DC. Tutti sono regolarmente in missione per condurre indagini, intervistare vittime e testimoni, al fine di porre la storia umana al centro dei rapporti, difendendola. Cooperano con attivisti, avvocati e giornalisti della società civile locale e cercano contatti con funzionari statali e governativi. Dalla loro base permanente i ricercatori seguono costantemente gli sviluppi rilevanti per il loro lavoro attraverso i media, l’operato delle organizzazioni di pari livello e la ricerca, oltre alle comunicazioni telefoniche ed e-mail, con contatti fidati nella comunità di attivisti locali.

Tra l’altro, fa emergere l’Avvocato Iacopo Maria Pitorri, la ricerca costantemente effettuata da Human Rights Watch non riguarda solo le vittime e gli autori, ma determina chi può e dovrebbe assumersi la responsabilità di fermare le violazioni dei diritti, fornendo soluzioni idonee ai casi. Lo staff di professionisti é organizzato geograficamente su cinque divisioni geografiche: Africa, Americhe, Asia, Europa e Asia centrale, Medio Oriente e Nord Africa, oltre ad un programma separato per gli Stati Uniti. Le divisioni e i programmi tematici si  concentrano su questioni specifiche all’interno di paesi e regioni: Armi; Affari e diritti umani; Diritti dei bambini; Diritti di invalidità, diritti di salute ambientale, terrorismo e antiterrorismo; Salute e diritti umani; Giustizia internazionale; Diritti di lesbiche, gay, bisessuali e transgender; rifugiati; e i diritti delle donne. I ricercatori lavorano sotto la supervisione di direttori di divisione o di programmi, e dipartimenti principali come l’Ufficio legale e di politica e l’Ufficio di programma, che assicurano che i più alti standard organizzativi di accuratezza, equilibrio e persuasività siano costantemente soddisfatti.

                                                                                                                                               Avvocato Iacopo Maria Pitorri